L’incredibile storia del viaggiatore fantasma


Oggi vi racconterò una storia.
Un’incredibile storia di uno strano viaggiatore solitario.
Questo viaggiatore senza valigia passava da un’avventura all’altra senza mai fermarsi.

Ora, potreste chiedervi: “come poteva questo viaggiatore continuare a viaggiare e vivere tutte queste avventure senza mai fermarsi?”
Semplice.
Era un fantasma.

person in ghost costume on brown grass field
Foto di Monstera da Pexels.com

Una volta fu fermato dal controllore che gli chiese: “dov’è il tuo biglietto?” Ma svanì nel nulla e scese alla stazione successiva.
Poi aspettò un altro treno e usò la nebbia e l’oscurità per attraversare il mondo su treni e navi.

Non aveva una casa in cui dormire e un posto dove andare. Così vagava tutto il tempo salendo su un treno e scendendo quando arrivava a destinazione.

Ma perché il fantasma continuava a viaggiare?

Perché un tempo viaggiava da solo… e nemmeno la morte lo aveva fatto desistere dalla bellezza del viaggio. Così continuò a saltare di treno in treno e, quando i binari finivano, camminava e camminava tra prati e campi di grano, poi spiagge e città fino a raggiungere il mare.

A questo punto si imbarcava su una nave e ha continuava il viaggio… e lui o forse lei non si fermava mai.
Secondo una leggenda e alcune voci circolate tra i ferrovieri, sembrava addirittura che il fantasma potesse essere anche una ragazza.
Una ragazza scappata di casa tanti anni fa e mai trovata…




One response to “L’incredibile storia del viaggiatore fantasma”

  1. […] linea collegava Uyuni con Antofagasta e vide il primo treno fermarsi per sempre nel novembre 1890. Guardando oggi questo luogo, non si direbbe mai che sia la […]

%d bloggers like this: