Salonicco: come scoprire una città unica ricca di storia e bellezza

Piazza Aristotelous, Salonicco, Grecia di Viktor Posnov
da Adobe Stock

Salonicco è una moderna città portuale fondata agli inizi del 300 dal suo primo re Cassandro che diede a questa città il nome di sua moglie Tessalonica, sorella di Alessandro Magno.
Il passaggio di diversi periodi ed epoche in cui Salonicco ha visto prosperità, guerre e occupazioni ha permesso di creare la storia di questa città che oggi vanta monumenti paleocristiani e bizantini riconosciuti come patrimonio dell’UNESCO.

Il patrimonio dell’UNESCO
Le Mura di Salonicco @GNTO HKakarouhas

La storia della città è presente in ogni angolo di Salonicco.  Le mura (foto sopra) misurano 4 km e sono state costruite insieme alla città stessa.
Nell’angolo superiore delle fortificazioni della città si trova l’Eptapyrgion, una fortezza bizantina di epoca ottomana.
Assolutamente da non perdere è la Rotonda, tempio romano a cupola convertito negli anni del cristianesimo nella Chiesa di San Giorgio.

Proseguendo per un giro tra le chiese, si possono ammirare quelle di San Demetrio (foto sotto), San Davide (o Monastero di Latomou) e il Monastero di Vlatadon che offre una bellissima vista sul Golfo Termaico e mosaici di epoca bizantina.

E ancora, la chiesa del Profeta Elia, la chiesa dei Dodici Apostoli (sempre di epoca tardo bizantina), la chiesa paleocristiana di Panagia Ageropolltos.
Se, una volta arrivati qui, volete vedere più storia, ecco le due chiese nelle foto sopra: La chiesa di Santa Sofia del VII secolo e la chiesa di Panagia Calcheon conosciuta anche come la chiesa rossa.

Cosa fare di giorno

Salonicco è prima di tutto una città di mare. Gli amanti dello jogging e delle passeggiate possono approfittare del famoso viale Nikis per conoscere uno dei lati più famosi della città greca.
Partendo poi da Piazza Aristotele fino alle vie dello shopping come Mitropoleos, Tsimiski, Pavlou Mela, Proxenou Koromila ad esempio, potrete buttarvi nel cuore della città e lasciarvi andare allo shopping più sfrenato.
In alternativa si possono visitare i mercati tradizionali come quelli di Modlano, Kapati o Vatikioti dove si possono trovare prodotti freschi o semplicemente godersi i profumi tipici del luogo.

Mostre e musei

Come non parlare delle mostre e dei musei di Salonicco? Il punto di riferimento della città, ovvero la Torre Bianca, offre una mostra in cui è raccontato il passato storico della città. Se è vero che la Grecia ha una storia antica che quasi nessun altro paese al mondo può vantare, perché non iniziare da qui per conoscere un po’ il passato del luogo che state esplorando?

Salonicco, Torre bianca @GNTO, KKouzouni

Il Museo Archeologico, il Museo della Cultura Bizantina, il Museo Ebraico di Salonicco, il Museo Statale d’Arte Contemporanea, il Museo del Cinema e il Museo della Fotografia sono solo tra i tanti musei che potrete visitare in città.


Cosa fare la sera

Quando arriva l’ora di cena e la città comincia ad animarsi con le prime luci della notte, i quartieri dove si può andare sono Ladadika, Evosmos e Ano Poli. Se in tanti abbiamo familiarità con i fantastici ristoranti greci, forse alcuni non conoscono bene le taverne più tradizionali come l’ouzeri, dove servono ouzo con mezedes (gustosi bocconcini di pesce o carne) o la rebetadiko, una taverna con musica rebetiko dal vivo.

Salonicco,Nighlife, @GNTO HKakarouhas


Per chi vuole fare le ore piccole, ci sono bar e locali lungo via Valaritou, nella zona del porto, a Kalamarià, Toumpa, Kastra e Polichni. Il Casino Regency si trova a 12 km dalla città, in direzione dell’aeroporto. Ma ricordate che dovete avere più di 25 anni per entrare.
Se invece siete a Salonicco con la vostra dolce metà, non dimenticate una passeggiata al tramonto a Nea Paralia.

Fonte e foto: visitgreece.gr

%d bloggers like this: