Alaska: il paradiso delle attività invernali

Tramonto sulla Iditarod, fiume Yukon, Galena,
AlaskaPhoto: State of Alaska/Chris McLennan

L’Alaska non è solo un luogo incontaminato ricco di bellezze naturali, ma anche un posto ideale per praticare gli sport invernali a qualunque livello. L’inverno qui può offrire molto di più di quanto vi possiate immaginare.

Gli abitanti dell’Alaska non solo hanno fatto pace con l’inverno ma hanno cominciato a celebrarlo, organizzando festival, corse con cani da slitta e molto altro.
Perchè l’inverno in Alaska dura molto più dell’estate e abituarsi ad una “versione bianca” di questa terra estrema è la cosa migliore da fare se si vive qui.


Aurora boreale

Aurora boreale vicino a Galena, Alaska
Photo: State of Alaska/Chris McLennan

L’aurora boreale in genere si manifesta un centinaio di chilometri sopra la superficie terrestre e può avere colori diversi: il più comune è il giallo brillante ma si possono vedere anche motivi blu, viola e rossi.

Quando vederla

L’aurora boreale si vede meglio durante l’inverno ma può capitare di avvistare qualche northern lights già ad agosto. L’aurora è molto attiva durante gli equinozi autunnali e primaverili, cioè settembre/ Ottobre e marzo/aprile con maggiore probabilità che si veda a tarda notte.
Tenete presente che molti hotel in Alaska offrono una specie di sveglia/allerta dedicata ai northern lights per avvisare quando le luci sono spente ( e poter vedere meglio quelle fuori).

Le condizioni migliori

Le condizioni ideali per poter osservare l’aurora boreale sono cielo sereno possibilmente senza luna.
Non dimenticate mai che le temperature scendono quasi sempre sotto lo zero, perciò se uscite ad ammirare, fotografare o ad assistere allo spettacolo dei northern lights, è necessario coprirsi bene per restare al caldo.

Come aumentare le possibilità di vedere l’aurora

L’attività dell’aurora boreale aumenta con quella delle macchie solari. Il picco più recente, noto come massimo solare, si è verificato nel 2013.
L’University of Alaska di Fairbanks ha creato una sorta di previsione delle aurore con le quali potete verificare l’arrivo di eventuali northern light in zona.
Se sono affidabili non sappiamo dirvelo.
Ma potete verificare da soli e farci sapere.

Dove vederla

Nonostante sia possibile vedere i Northern lights in diverse zone degli Stati Uniti, esistono condizioni ottimali che rendono alcune aree dell’Alaska migliori rispetto ad altre.
Il primo fattore quasi necessario per ammirare l’ aurora boreale è la vicinanza col Polo Nord. Più si va verso Nord, maggiori sono le probabilità di ammirare questo spettacolo colorato.
Esistono poi alcune zone dell’Alaska con frequenti sistemi di bassa pressione e, di conseguenza, di forte copertura nuvolosa notturna che rende difficile l’avvistamento dell’aurora.
Le città inoltre producono luci artificiali nell’ambiente che possono interferire con quelle dei Northern Lights. Per questo motivo è consigliato spostarsi in periferiferia per ammirare più chiaramente le luci e i colori dell’aurora.


Cani da slitta

Le corse con i cani da slitta sono lo sport nazionale in Alaska. Le gente viene qui da tutto il mondo per assistere alle gare più famose:
La Iditarod è probabilmente la gara più famosa dell’Alaska e tra le più note al mondo. Si corre da Anchorage a Nome.
La Yukonquest è l’altra corsa a lunga percorrenza dell’Alaska.
Tra le corse a media distanza ci sono invece la Kuskowim 300, la Copper Basin 300 e la Tustumena 200, oltre a diverse gare da sprint che si svolgono in concomitanza con i festival invernali.
In estate invece molti canili offrono tour lungo percorsi battuti per consentire ai visitatori di conoscere in prima persona i cani da slitta e sperimentare l’emozione dello sled dog.

Il Dog mushing si divide in tre grandi categorie:

Sprint mushing: i cani da slitta sono addestrati a correre il più velocemente possibile da meno di 3 Km fino a 20 Km circa. In questa specialità vengono usate slitte leggere e, a differenza delle lunghe percorrenze, non è necessario portare attrezzatura da campeggio o altro materiale per restare molto tempo in giro.

Lunga distanza: in questo caso i cani si allenano per percorrere lunghissime distanze. E c’è da dire che questi super-atleti mostrano una grande resistenza!
I musher organizzano le gare in modo da far correre i loro cani concedendo lo stesso tempo di riposo in tempi uguali a quelli passati in gara.
La strategia di corsa deve essere ben programmata nelle competizioni più importanti.
La media categoria di solito può essere lunga fino a 300 miglia ( 482 km ca), mentre gare come l’Iditarod possono arrivare a 1000 miglia ( 1609 Km ca) e richiedere fino a 12 giorni di gara per i primi equipaggi.

Mushing ricreativo: se da un lato c’è chi pratica questo sport per la gloria e per il successo, dall’altro c’è anche chi ama farlo per il puro divertimento o per passare il tempo. In Alaska esistono piccoli canili che hanno da 2 ai 20 cani che sfruttano sentieri locali mantenuti unicamente per il mushing.
La comunità di Two Rivers, appena fuori Fairbanks, ha la più alta concentrazione di squadre di cani nel mondo e altri hot spots di mushing che includono Willow, a nord di Wasilla, e la penisola di Kenai.

Un’altra popolare attività ricreativa per gli amanti dei cani in Alaska è lo skijoring, che prevede lo sci trainato da uno o due cani. Ci sono molte gare di skijoring durante l’inverno e i musher di cani ricreativi spesso partecipano a entrambi gli sport.

Sport invernali

Skijoring, sci di fondo trainato dal cane, Fairbanks
© State of Alaska/Brian Adams

In Alaska gli sport invernali sono uno stile di vita. Tutti gli amanti degli sport invernali a qualsiasi livello, possono trovare qui il giusto ambiente.


Sci /snowboard

Il comprensorio sciistico Eaglecrest di Juneau e l’Alyeska Resort di Girdwood sono le principali destinazioni ricreative per lo sci basate su resort e snowboard.
La gente del posto trova molte opportunità per sciare sugli impianti di risalita di Anchorage nell’area sciistica di Hilltop e Alpenglow nell’Arctic Valley e a Fairbanks al Monte Aurora/Skiland e Moose Mountain. Quelli che preferiscono il backcountry scelgono il Thompson Pass vicino a Valdez, il Palmer’s Hatcher Pass e il Turnagain Pass della penisola di Kenai.

Sci di fondo

Lo sci di fondo è accessibile in molte comunità dell’Alaska, che si tratti di sentieri battuti o di zone di montagna senza piste.
Il Tony Knowles Coastal Trail di Anchorage può esser un buon punto da cui partire perchè ha piste battute e ben mantenute, così come il Russian Jack Springs Park e l’Hillside Trail System di Anchorage.
I fondisti di Fairbanks possono godersi la Birch Hill Recreation Area e il
University of Alaska Fairbanks Trail System.
Non dimentichiamo la Eaglegrest ski area e l’Hatcher Pass ad esempio, tutte aree dove è possibile noleggiare l’attrezzature per il fondo, qualora non siate riusciti a portarla con voi.

Eliski

In Alaska, non è necessario essere uno sciatore esperto o uno snowboarder per fare eliski. Lo sport consiste nello sciare fuori pista, sia esso sci o snowboard. Si accede a piste incontaminate con l’elicottero piuttosto che con lo skilift.
La stagione va dal tardo inverno fino a primavera, da febbraio fino ad aprile che sono i periodi con le migliori condizioni di neve. Le ore diurne sono le migliori perchè assicurano una maggiore sicurezza per il volo dell’elicottero.
Le aree più popolari in Alaska per praticare l’eliski sono le Comunità di Prince William Sound di Valdez e Cordova, Girdwood nell’Alaska Centro meridionale e le Comunità di Inside Passage di Hines e Juneau.

Motoslitta

In Alaska spesso il mezzo ideale per esplorare la natura selvaggia più remota è proprio la motoslitta. Qui numerosi Tour operator offrono trekking sia guitati sia no per aiutare ad esplorare i turisti a bordo di uno dei mezzi più comuni da queste parti.
Alcuni luoghi ottimi per viaggiare in motoslitta sono Fairbanks, il Parco nazionale e la riserva di Denali, Talkeetna, Valdez, Haines, il Mat- Su Valley, Girdwood e la penisola di Kenai.
Una curiosità: se sentite parlare in giro di “macchine da neve” ( snowmachine ), non fatevi prendere dal panico!
E’ solo un modo volgare di chiamare le motoslitte da queste parti…


Festival invernali

Spettatore vestito per il freddo, Open North American Championship, Fairbanks.
© State of Alaska/Brian Adams

I festival invernali dell’Alaska sono divertenti, stravaganti e sorprendenti.
Il Fur Rendezvouz Festival di Anchorage è solo l’inizio delle attività che partono da fine febbraio e vanno avanti fino alla cerimonia di partenza della Iditarod che si svolge nel centro cittadino.
Softball con le racchette da neve, una gara di sculture di neve, il tradizionale Inupiaq, un insieme di dialetti e lingue inuit parlato dal popolo inupiaq dell’Alaska, poi lancio della coperta e molti altri eventi interessanti che si svolgono in queste giornate ad Anchorage.
I più impavidi possono scegliere di tuffarsi nelle gelide acque del Polar Bear Jump che si svolge ogni anno a Seward. Se siete a Fairbanks non potete assolutamente perdere il World Ice Art Championship, dove troverete sculture di ghiaccio per alcune settimane scolpite da artisti provenienti da tutto il mondo.
Se arrivate all’inizio del festival potreste avere la fortuna di veder creare le sculture!
Per tutti gli altri eventi visitate: TravelAlaska.com


Siti e numeri utili per il vostro viaggio

Stato dell’Alaska
www.travelalaska.com/media
Telefono: (800) 327-9372

Alaska Dog Mushers Association
www.sleddog.org
Phone: (907) 457-MUSH

Explore Fairbanks
www.explorefairbanks.com
Phone: (800) 327-5774

Visit Anchorage
www.anchorage.net
Phone: (907) 276-4118

Fonte e foto : travelAlaska.com

%d bloggers like this: