Cile: la fede nel deserto

La Tirana è una piccola cittadina con poco più di 800 abitanti situata nella Pampa di Tamarugal, nel cuore del deserto di Atacama, in Cile.
Ogni anno il 16 luglio vengono qui quasi 200.000 spettatori per assistere al festival religioso più famoso e colorato del Cile in onore della Madonna del Monte Carmelo.

Il momento più importante della festa celebrata in onore della Vergine è quello del ballo. Compagnie di ballo come Promeseros, Gitanos, Cuyacas, Osos, Chunchos, Morenos, Pieles Rojas, Chinos e Diabladas eseguono le loro danze vivaci su una spianata di fronte alla Chiesa di La Tirana al ritmo di tamburi, fischietti e trombe suonati da bande musicali.
Ogni gruppo indossa abiti diversi che vengono preparati durante l’anno dagli stessi danzatori e da fedeli e religiosi appartenenti ai vari gruppi.
Ogni dettaglio del costume ha un significato simbolico e nulla viene lasciato al caso.

Immagine di bluaz58 da Pixabay

Accade così che grazie a turisti provenienti da Perù e Bolivia ma anche da Stati Uniti ed Europa, La Tirana si trasforma per qualche giorno in una piccola cittadina con migliaia di abitanti.

Tra le maschere principali, spicca quella del gruppo dei Diablada, che rappresentano la tradizionale figura del diavolo dell’Altopiano, il Supay, che mostra tratti negativi e positivi dell’eterna lotta tra il bene e il male.




%d bloggers like this: