Karl, la nebbia (di San Francisco) più popolare al mondo

Foto di phitha da Adobe photo stock

La nebbia di San Francisco ha un nome. Si chiama Karl.
E se questo non bastasse ha pure 345.000 followers su Twitter e circa 292.000 su Instagram.
Sarà merito dei “monumenti” che ha l’onore di ricoprire che le ha procurato tanta popolarità?
Già, perchè il Golden Gate Bridge non è roba da poco se vogliamo citare solo il più fotografato.
In verità, Karl la nebbia ha un paio di caratteristiche particolari: si muove in senso orizzontale e crea un effetto di naturale condizionamento. Questo significa giornate più fresche nei periodi più torridi e minor presenza di temporali nella Baia di san Francisco.

La nebbia di San Francisco ha ispirato poeti, fotografi e scrittori, tra cui Jack Kerouac, Arthur Ollman e Herb Caen.
Pare che il suo nome si ispiri proprio a Karl the fog, personaggio del Pesce Grosso ( 2003) e che in un episodio di Carmen Santiego ( cartone animato), si faccia riferimento più volte alla nebbia di San Francisco utilizzando il nome Karl.

Ma la vera domanda è: agli abitanti di san Francisco il nome Karl piace davvero, oppure nebbia è più che sufficiente a rappresentare un fenomeno metereologico che dona un certo fascino alla città americana?

Powell street addobbata per le feste natalizie
Foto di San Francisco Travel Association

Secondo un sondaggio condotto su vari social network all’inizio dell’anno, circa il 71% degli intervistati è a favore di Karl mentre il restante 31% non ama molto questo nome o è completamente contrario ad esso.
I più scettici a riguardo sostengono che la nebbia di SF non abbia mai avuto un nome e pertanto non sia necessario dargliene uno proprio ora.
Altri invece affermano che nebbia è , e come tale vada chiamata.

In ogni caso, comunque la chiamiate, Karl oppre nebbia, ormai fa parte della città…
…e probabilmente tornerà comunque per ricoprire il Golden Gate ogni volta che ne avrà voglia…


%d bloggers like this: