Estonia: luoghi immersi nella natura lontano dalle mete turistiche

L’Estonia è ricoperta per la metà del suo territorio da foreste e può contare circa 2000 tra isole e isolette. Tutto questo ne fa una meta ideale per escursioni e cammminate immerse nella natura. L’autunno è una stagione perfetta per i colori che può regalare, ma è ottima perchè “apre la strada” all’inverno, il periodo dell’anno più affascinante quando si viaggia in Estonia.

Il mare estone
Saarema Sõrve lighthouse at sunset
by Peter Aleksandrov from Shutterstock

Vilsandi è una remota isoletta a 2 chilometri da Saarema. Se il livello dell’acqua è basso è possibile attraversare il tratto di mare a piedi ma, c’è chi preferisce prendere una canoa e godersi il mare con questo mezzo più “asciutto”.
Vilsandi è una riserva naturale con sentieri e foreste di ginepri in abbondanza. Troverete modo di camminare ed esplorare. Se poi amate il mare, qui a volontà!

Anche la Penisola di Harilaid è un buon punto per trovare sentieri poco battuti dal grande turismo di massa. C’è un sentiero escursionistico che attraversa tutta l’isola e porta fino al faro. I più fortunati avranno anche occasione di avvistare qualche foca!

Harilaid Lighthouse
By Artenex from Shutterstock

Il faro di Harilaid ha una caratteristica unica: è sommerso in parte dal mare. Col tempo e i “movimenti” della terra il faro, che è stato costruito sulla spiaggia, ora si trova in mezzo al mare.

Angoli remoti della natura estone
Paesaggio estivo di Konnu-Suursoo Bog in Korvemaa, Estonia.
by Elvin Heinla from Shutterstock

Le zone paludose e le aree umide sono i gioielli della natura estone. Infiniti sentieri di legno attraversano le foreste e, in inverno è possibile noleggiare le racchette da neve per esplorare queste vie tra il meraviglioso paesaggio imbiancato.
Kõnnu Suursoo vicino alla palude di Viru, la palude di Muraka, Laeva e Meenikunno sono opzioni più remote se amate i luoghi lontano da tutto dove camminare tra la natura.

Bici, campeggio e raccolta bacche
Paludi di Viru nel parco nazionale di Lahemaa in autunno
by Candy 1812 from Adobe stock

Un altro modo per vivere l’Estonia in tutta tranquillità è quello di spostarsi in bici. Si può prendere un treno e spostarsi da una fermata all’altra per poi esplorare un determinato luogo in bici.
Alcune opzioni interessanti possono essere quelle di andare da Orava a Viljandi o da Taevaskoda a Kiviõli sul lago Peipsi oppure a Saaremaa, Hiiumaa, Muhu, tutte isole ideali per essere esplorate in bici.

Gli amanti della raccolta di bacche, frutti di bosco o funghi, possono trovare tra le foreste estoni “pane per i loro denti”. Qui si possono trovare il mirtillo selvatico nordico, il mirtillo rossola fragola selvatica, il lampone selvatico e il camemoro. Ci sono anche funghi ma i posti migliori vengono tenuti segreti dai locali, perciò cercate di accontentarvi di quello che trovate.

Fonte: Visitestonia

Foto: Visitestonia, Shutterstock, e Adobe foto

%d bloggers like this: