Viaggiare in solitaria a Lanzarote ( con foto)

Sono stato a Lanzarote in solitaria nel febbraio del 2019, l’anno prima della pandemia.
Ricordo tutto molto bene: il caldo sole, le spiagge semivuote di bassa stagione e le lunghe, lunghissime strade che percorrevo in totale tranquillità con la mia Opel Corsa presa a noleggio in aeroporto.

Lanzarote é un isola speciale. Unica
Come ness’un altra.
La lava ovunque, le improvvise spiagge bianche di sabbia fine, i paesini bianchi e le strade perfettamente tenute che corrono attraverso quest’isola divina.
Se potete permettervi un’auto a noleggio, la bassa stagione è l’ideale per godersi le strade vuote che sembrano non avere mai fine.
Il sole caldo invernale e il turismo meno sostenuto di questo periodo consentono di godersi meglio l’isola senza rinunciare a bellezza e ottimo clima.
Alcuni pomeriggi il termometro della macchina è arrivato a oscillare tra i 28 i 31° C e, se consideriamo che era fine febbraio, non c’è male!

Lanzarote: la strada per Orzola

Non nascondo che una delle scoperte più belle fatte sull’isola, a parte le belle spiagge e le persone stupende che ho conosciuto, è stato scoprire che, nonostante la lava ricopra gran parte del territorio, qui si riesca produrre un ottimo vino (leggi articolo a riguardo), così ogni sosta pranzo o degustazione diventa un’ulteriore occasione per riempire la giornata e soddisfare il palato…

A Lanzarote , nonostante i tanti turisti ho sempre avuto la sensazione di sentirmi a casa. Forse per quel clima mite costante, per i fiori, le palme e i cactus.
A Lanzarote ho amato la bellezza di poter uscire tutte le sere in pieno inverno per una passeggiata senza preoccuparmi del freddo, camminando sulla spiaggia come fosse primavera.


A Lanzarote, nonostante avessi l’auto a noleggio, ho provato la gioia di lasciare parcheggiata spesso la mia Opel per camminare sotto il sole o sotto le stelle o perchè no, a piedi nudi nella sabbia calda di febbraio.
Si, perchè a febbraio, metre mezza Europa gela e patisce il freddo, qui alle Canarie c’è chi si gode le onde e il mare…
…e se fai 4 ore di volo per raggiungere queste isole divine, poi vuoi levarti lo sfizio di pranzare all’aperto, passeggiare a piedi nudi nonostante il vento, ma anche farti qualche selfie in tenuta estiva per far rosicare gli amici a casa

…magari tra le viuzze di qualche paesino bianco…

%d bloggers like this: