Isola Fraser : l’isola australiana da sogno

L’isola Fraser è l’isola di sabbia più grande del mondo.
Con un’estensione pari a 184.000 ettari, 123 chilometri di lunghezza e 22 chilometri di larghezza nel punto più largo, l”isola Fraser è una tipica isola da sogno con foresta pluviale, spiagge infinite e mare trasparente in cui tutti vorremmo naufragare e vivere per sempre.

Storia e leggende dell’isola

Il nome tradizionale del popolo Butchulla per l’isola di Fraser era K’gari che significa paradiso.

Secondo una leggenda , l’isola di Fraser fu chiamata K’gari in onore del bellissimo spirito che aiutò Yindingie, messaggero del grande dio Beeral, a creare la terra.
Come ricompensa a K’gari per il suo aiuto, Beeral l’ha trasformata in un’isola idilliaca con alberi, fiori e laghi.
Ha messo uccelli, animali e persone sull’isola per farle compagnia.

Pare che l’isola fosse occupata da almeno 5000 anni o più, ma solo nel 1770 il capitano Cook avvistò il popolo Butchulla sulla costa orientale, mentre Matthew Flinders evve contatti col popolo dell’isola tra il 1799 e il 1802.
Nel 1991 l’isola è stata nominata patrimonio dell’umanità e oggi è gestita dal Dipartimento dell’ambiente e del patrimonio attraverso il Queensland Parks and Wildlife Service.

I relitti dell’isola

Shipwrecks in Freser Island
Foto di Andreas Dress da Unsplash

Pare che sull’isola Fraser siano “sbarcati” e rimasti una ventina di relitti, oggi attrativa dei turisti.
Il più famoso è senza dubbio il Maheno, arenato sulle spiagge di Fraser dal 1935.
Costruita nel 1905, la SS Maheno ha effettuato una rotta regolare tra Sydney e Auckland fino a quando  è stata commissionata come nave ospedale in Europa durante la prima guerra mondiale.
Il 3 luglio del 1935, a fine servizio,  la Maheno partì da Sydney trainata da un traghetto ma, dopo 4 giorni si imbattè in un ciclone e, a una cinquantina di miglia dalla costa scomparve in mare con 8 uomini a bordo.
Il 10 luglio un areo avvistò la Maheno arenata sulle coste dell’isola Fraser, con l’equipaggio in attesa sulla spiaggia dell’arrivo del traghetto Oonah, che si palesò un paio di giorni dopo.
Oggi la Maheno resta arenata in stato di corrosione sulle spiagge dell’isola e, svuotata di tutto, è una delle grandi attrazioni dell’isola.

Le dune e la sabbia

Seventy Five Mile Beach, Frase Island
Seventy Five Mile Beach, Foto daAdobe Stock

L’isola Fraser e le sue dune sono in continuo cambiamento. Ogni anno le dune si spostano in base al vento, l’umidità e al comportamento  delle piante che vivono sull’isola australiana.
Le sabbie colorate di Fraser Island si trovano a nord di Eli Creek e comprendono 72 colori diversi, soprattutto rossi e gialli.

Seventy-Five Mile Beach ( foto sopra) è un’incredibile autostrada sulla spiaggia in cui si applicano tutte le regole stradali,
Il limite di velocità è di 80 chilometri all’ora ed è necessario dare la precedenza agli aerei che atterrano e decollano!

La foresta pluviale

Fraser Island
Foto di Mat Mc Leod da Pixabay

Tra le caratteristiche uniche di Fraser c’è anche quella di avere una foresta pluviale che cresce su un terreno poco fertile come la sabbia.
Le piante ricavano i loro nutrienti unicamente dalla pioggia e dalla sabbia.
La sabbia è ricoperta di composti minerali come ossidi di ferro e alluminio. Vicino alla riva l’aria contiene i nutrienti degli schizzi d’acqua di mare che si depositano sulla sabbia. In una relazione reciproca, i funghi nella sabbia mettono questi nutrienti a disposizione delle piante.
Queste a loro volta forniscono vari composti organici ai funghi che, non avendo clorofilla, non potrebbero sintetizzare da soli.

La fauna selvatica

L’isola Fraser è un ambiente ricchissimo di animali selvatici che, a modo loro, costituiscono elementi fondamentali ma fragili nel contesto dell’isola.
Ogni minimo cambiamento o contaminazione può danneggiare questo meraviglioso ambiente e i suoi abitanti che contribuiscono in maniera importante a conservare l’equilibrio naturale dell’isola australiana.

A Fraser sono state avvistate più di 350 specie di uccelli che qui vengono a nidificare e trovano un contesto ottimale dove nutrirsi e trovare riparo.
Le specie di rettili sono quasi 80 di cui una ventina rappresentati da serpenti.
Da luglio a novembre potreste anche avvistare delfini, dugonghi, tartarughe e megattere.
Non foste ancora soddisfatti da tutta questa vita, sappiate che nel Queensland e a Fraser vive la seconda popolazione per importanza di Brumbies, una razza di cavalli selvatici tipici dell’Australia.

La vegetazione di Fraser

Fraser Island
Foto di GAWN AUSTRALIA da Unsplash

L’elenco delle specie vegetali presenti a Fraser è davvero impressionante.
Basti pensare che sull’isola sono presenti almeno un migliaio di specie suddivise in 150 famiglie diverse.
Acacia, banksia, baronia, callitris, dianella ed eucalipti sono solo alcune delle tante specie presenti che vi accoglieranno in questa stupenda isola.

Come arrivare

Fraser Island ferry
Traghetto per l’isola Fraser, Foto Adobe Stock

In auto servono almeno 3 o 4 ore da Brisbane per arrivare.
Dovete raggiungere Maryboroug e poi la Hervey bay.
Gli orari dei traghetti per Fraser sono su questi link.
http://www.fraserislandferry.com.au/
e
https://www.kingfisherbay.com/getting-here/fraser-island-ferry.html

Da Brisbane sono disponibili servizi regolari di autobus per Maryborough ed Hervey Bay.
Da nord sono garantiti servizi con Greyhound-Pioneer-McCafferty’s, Premier e Suncoast Pacific Coaches.
Se preferite il treno, potete consultare  gli orari sul sito della Queenslandrailtravel.

Qantas Link vola da Brisbane alla Hervey Bay ( aeroporto di Hervey Bay)

Cosa fare e dove alloggiare

Fraser island
Foto diNick Dunn da Unsplash

Se mai tutta questa bellezza dovesse annoiarvi (ho forti dubbi a riguardo), sull’isola  ci sono tante attività organizzate come lo while watching o i tour in 4WD ad esempio, più altre attivitàche i due resort presenti sull’isola si adopereranno per rendere ancor più splendide le vostre giornate in questo paradiso.
Inutile aggiungere che questo è un posto perfetto per celebrare matrimoni o per passare una luna di miele.

%d bloggers like this: